caricamento

Biosauna

BIOSAUNA

Si può chiamare anche Sanarium ed è una metà via tra bagno turco e sauna finlandese, la biosauna si differenzia dalle metodiche progenitrici perché, pur utilizzando vapore caldo, i livelli di temperatura sono compresi tra i 50 e i 60°C con un’umidità di circa 60-70%. In un equilibrio perfetto tra calore e umidità, generato dal vaporizzatore che vi è integrato alla stufa della biosauna. Basterà impostare la temperatura preferita. Avvalendosi delle proprietà purificanti e disintossicanti del vapore caldo e non raggiungendo mai temperature troppo elevate, permette di ottenere gli stessi risultati di sauna e bagno turco in una piacevole e avvolgente sensazione di calore, senza avere spiacevoli sensazioni di oppressione derivanti dalle alte temperature o dal tanto vapore.
Stesso discorso per il livello di umidità che, ad esempio, negli hammam o bagni turchi è elevatissimo, e nella bisouna non supera il 50-60% circa. La caratteristica della biosauna è il tempo prolungato del trattamento rispetto a quella classica (che prevede una prima fase di 10 minuti a 80°C, una pausa relax di 15 minuti, e una terza fase in sauna a 80°C di altri 10 minuti).

Gli effetti della biosauna e del bagno di calore a temperature non troppo alte, permettono “l’attivarsi della circolazione” e quindi il favorire della traspirazione cutanea in modo più delicato, attutendo i possibili effetti collaterali dell’ esposizione rapida ad alte temperature (ipotensioni, capogiri o altro). Mantenendo però, tutti i benefici classici della sauna semplicemente allungando i tempi di permanenza fino a mezzora. La pelle avrà un aspetto più salubre, più elastica, levigata e luminosa per effetto della vasodilatazione e l’eliminazione delle cellule morte. La traspirazione cutanea, renderà possibile un altrettanto efficace processo di depurazione da scorie e tossine.

Gli effetti della biosauna si evidenziano e differenziano da sauna e bagno turco, perché il bagno di calore spesso è potenziato dalle proprietà ricavate dall’utilizzo di piante officinali essiccate e da fieno che attraverso il vapore sprigionano i loro oli essenziali che assimilati attraverso la cute e la respirazione ne garantirà gli effetti derivati dall’assimilazione dei loro principi attivi.

Anche se la biosauna ha temperature più basse del bagno turco e della sauna finlandese si deve ricordare che il corpo necessita di tempo per adattarsi a nuovi stimoli comunque intensi. Pertanto anche per fare la biosauna sono necessarie le stesse precauzioni ed accortezze degli altri trattamenti. Questo consente di  goderne a pieno i benefici senza complicazioni.

Anche per il Sanarium permangono le stesse controindicazioni. Quindi è sconsigliata a persone con affezioni cardiopolmonari, circolatorie diabete e soggette ad ipo o ipertensione. Qualora si decida di voler comunque provare l’esperienza è bene effettuarla previo consenso medico.

Anche la biosauna comporta un calo ponderale derivato da una cospiqua perdita di liquidi. Per ottimizzare gli effetti depurativi, questi liquidi vanno reintegrati immediatamente dopo il termine del trattamento, sotto forma di tè, succhi, tisane e acqua, ne consegue che non si ha alcun effetto dimagrante.